domenica , 2 Ottobre 2022
Anna Cioffi si aggiudica la “Ricicletta”, una bici in alluminio… riciclato!

Anna Cioffi si aggiudica la “Ricicletta”, una bici in alluminio… riciclato!

riciclettaSi chiama “Ricicletta” ed è una bicicletta realizzata con alluminio riciclato. E’ il premio andato ad Anna Cioffi, la cittadina di Sorrento vincitrice dell’edizione 2013 dell’Isola ecologica del tesoro, il programma di promozione della raccolta differenziata promosso dal Comune di Sorrento e da Penisolaverde, la società mista incaricata della gestione dell’igiene urbana, in collaborazione con i consorzi nazionali Comieco, Corepla, Cial, Ricrea, Coreve, Centro di Coordinamento Raee, Tetra Pak e ad Ancitel Energia ed Ambiente.

La speciale due ruote è stata assegnata sulla base della raccolta differenziata record della famiglia della signora Cioffi: 133,7 chilogrammi di carta e cartone, 92,1 chilogrammi di multimateriale e 154,72 chilogrammi di vetro.

Un comportamento virtuoso, come ha ricordato il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, che ha consegnato la Ricicletta nel corso di una cerimonia alla quale hanno preso parte l’assessore alla Cultura Maria Teresa De Angelis e il direttore di Penisolaverde, Luigi Cuomo.

Prodotta attraverso il riciclo di circa 800 lattine per bevande in alluminio, la Ricicletta da dieci anni è lo strumento che Cial predilige per promuovere il messaggio ambientale di cui è portavoce. Numerosissimi infatti sono i personaggi del mondo della politica, del cinema, dello sport e dello spettacolo, che la hanno adottata diventando dei veri e propri testimonial del riciclo dell’alluminio.

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*