giovedì , 6 Ottobre 2022
Apre il nuovo tunnel di Seiano: inaugurazione il 16 luglio. Via libera ai mezzi pesanti

Apre il nuovo tunnel di Seiano: inaugurazione il 16 luglio. Via libera ai mezzi pesanti

“Aprirà il 16 luglio prossimo. E sarà transitabile anche con i mezzi pesanti. Unico divieto, l’accesso a veicoli che trasportano merci pericolose ed infiammabili”.
Ad annunciare la prossima inaugurazione della galleria in località Seiano, a Vico Equense, destinata ad alleggerire il traffico lungo la strada statale 145, è il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, al termine della riunione svoltasi stamani presso la Prefettura di Napoli.
“Nel corso dell’incontro ci sono state illustrate le caratteristiche dell’opera, attesa da anni soprattutto dai tanti pendolari che quotidianamente devono raggiungere il posto di lavoro in auto – spiega Cuomo – Il tunnel, lungo oltre 5 chilometri, è dotato di un controllo centralizzato di ultima generazione per la gestione delle emergenza. L’incontro è servito a diradare ogni dubbio sulla tipologia di veicoli autorizzati al transito. Il tutto senza forzare la sicurezza, che è un aspetto anche più importante della percorribilità. Abbiamo discusso con il vicario del Prefetto anche della necessità di aprire un tavolo, per affrontare il nodo viabilità a Marina di Seiano”.
Situata a 50 metri sul livello del mare, la galleria è provvista di due corsie di 3,75 metri, con marciapiedi su ambo i lati e 16 piazzole di sosta, cunicoli di fuga per emergenze situati ogni 300 metri, un piazzale per l’atterraggio di elicotteri, 72 telecamere di sicurezza, ripetitori Gsm e tutor che, oltre a rilevare infrazioni sul limite di velocità, fungono anche da deterrente per automobilisti e centauri. (comunicato)

 

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*