giovedì , 23 maggio 2019
Ma comm’è? Una storia di ordinaria con l’assistenza tecnica ADSL

Ma comm’è? Una storia di ordinaria con l’assistenza tecnica ADSL

Cari amici lettori, scusate l’assenza della rubrica, ma essendo legata ad accadimenti del quotidiano, bisognava trovare la materia prima, non posso certo inventarmi ciò che racconto; bene, dopo questa piccola introduzione ecco il fatto.

Nei giorni scorsi a casa di mio padre è venuta meno la connessione internet e, naturalmente, io mi sono occupato della questione chiamando il servizio assistenza il quale mi ha comunicato che avrebbe risolto il problema in due-tre giorni.

Rassegnato, mio padre, aspetta. Dopo quattro giorni il problema persiste.

A questo punto chiamo nuovamente l’assistenza. L’operatrice mi informa che il problema è sulla rete di casa e mi assicura l’arrivo di un tecnico l’indomani al domicilio.

Bene, il giorno dopo arriva il tecnico il quale analizza per dieci minuti tutti i fili e le derivazioni e, infine, dà la diagnosi:

il problema è di tipo elettrico e quindi non ci può fare niente

Dopo aver staccato i fili ADSL, li lascia penzoloni e aggiunge che, per il suo intervento a vuoto, mio padre si vedrà addebitare il servizio sulla bolletta.

Ma comm’è?

Tu tecnico vieni a casa, dopo che ho avuto un disservizio per diversi giorni, tiri i fili dal muro, non riesci a risolvermi il problema ed io devo pagare?

Morale: tu utente non hai diritti, devi solo pagare. Anche quando non sai per cosa paghi. Bello, vero?

About Salvatore Foggiano

Classe '77 di Sorrento, professione insegnante di scuola dell’Infanzia e Primaria. Su Sorrento Post mi occupo di cultura, di ricerca di personaggi nati o vissuti a Sorrento ed in Penisola Sorrentina e di cronaca. I miei interessi sono la storia religiosa e della Chiesa, il volontariato con l’Azione Cattolica, la TV e poi c’è l’amore viscerale per il Napoli.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*