domenica , 22 settembre 2019
Cantiere senza sicurezza, choc a Vico Equense

Cantiere senza sicurezza, choc a Vico Equense

Sicurezza sui luoghi di lavoro

I Carabinieri della Stazione di Vico Equense, unitamente ai colleghi del Gruppo Carabinieri Tutela del Lavoro di Napoli, hanno denunciato in stato di libertà una donna 40enne di Napoli, in qualità di legale rappresentante della ditta che stava eseguendo dei lavori edili in un cantiere, dove sono emerse alcune irregolarità in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

In seguito all’accesso nell’area di cantiere presente in Vico Equense effettuato dai carabinieri nell’ambito di uno specifico servizio finalizzato al contrasto delle violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, infatti, è emerso che:
– era assente un’idonea recinzione del cantiere per impedirne l’accesso ai non addetti ai lavori;
– erano presenti depositi di materiali vari presso il ciglio degli scavi;
– non erano rispettate le prescrizioni inerenti la sicurezza dei lavoratori per quanto attiene il pericolo di franamento;
– i cinque operai presenti al momento del controllo, così come il datore di lavoro, non sono stati in grado, nell’immediatezza, di esibire la prevista documentazione di regolare occupazione degli stessi.

Conseguentemente l’attività di cantiere è stata sospesa, mentre la denunciata dovrà esibire ai Carabinieri la documentazione inerente la regolare occupazione dei lavoratori dipendenti, nonché rimuovere tutte le situazioni di pericolo o irregolarità rilevate.

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*