venerdì , 30 Settembre 2022
Comuni riuniti, ecco il tavolo permanente sulla viabilità

Comuni riuniti, ecco il tavolo permanente sulla viabilità

Piano, Sant’Agnello e Meta affronteranno le tematiche della mobilità in modo sinergico, istituendo un tavolo permanente per adottare le adeguate contromisure all’annosa criticità del traffico. E’ quanto emerso, e annunciato dal Comune di Piano di Sorrento, in un incontro tra gli assessori al Corso Pubblico dei tre centri della costiera sorrentina.

«Durante la riunione – dichiara l’Assessore alla Viabilità e al Corso Pubblico del Comune di Piano di Sorrento Salvatore Cappiello – siamo giunti alla determinazione di istituire un tavolo permanente per il monitoraggio e la risoluzione delle tematiche inerenti al sistema di traffico. Proporremo nuove soluzioni non solo ai nostri ma anche agli altri Comuni della Penisola».

L’intento è unire le prospettive come sottolinea anche l’Assessore al Corso Pubblico del Comune di Sant’Agnello Antonino Castellano: «È sicuramente un primo passo per iniziare a vedere la viabilità non solo dal punto di vista del singolo Comune ma in una visione d’insieme con tutti i Comuni della Penisola, obiettivo perseguibile grazie anche all’ottimo rapporto interpersonale tra gli attuali Assessori di competenza».

Finalità condivisa anche dall’Assessore al Corso Pubblico del Comune di Meta Giuseppe Tito: «Ritengo che questa sia l’occasione giusta per discutere insieme seriamente le problematiche relative alla viabilità. Ben vengano queste iniziative, ci auguriamo che questo sia solo l’inizio e che si avviino tavoli di confronto intercomunali anche su altre tematiche».

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*