domenica , 22 settembre 2019
Disordini e furti a Meta, mano pesante del Tribunale: 4 anni ai ladri di telefonini

Disordini e furti a Meta, mano pesante del Tribunale: 4 anni ai ladri di telefonini

Scippo a Meta di Sorrento

Mano pesante del giudice del Tribunale di Sorrento per le persone arrestate domenica a Meta, per aver rubato telefoni cellulari dalle borse dei bagnanti.

Il magistrato sorrentino, così come riporta Metropolis, ha inflitto una pena di quattro anni a due componenti della gang, volti già noti alle forze dell’ordine. Pena più leggera per un terzo componente (2 anni di reclusione) perché incensurato. Era stato già affidato ai genitori, invece, l’ultimo membro della banda, un minore di 17 anni.

I fatti risalgono a domenica pomeriggio, quando i Carabinieri della stazione di Piano di Sorrento arrestano quattro persone dell’hinterland napoletano per furto aggravato in concorso. La pattuglia dei Carabinieri, infatti, mentre vigilava l’area della marina di Meta ove, nota due soggetti che, con fare sospetto ed a passo molto veloce, si allontanano dalla spiaggia, accelerando il passo dopo essere notati dai militari.

I Carabinieri, quindi, li intercettano in un’aiuola, dove i due avevano tentato, invano, di nascondersi. I militari ritrovano due telefoni cellulari che avevano rubato, poco prima, in spiaggia, dalle borse che alcuni ragazzi avevano lasciato sulla sabbia per andare a mare.

Sopraggiunta anche un’altra pattuglia dell’Arma, vengono bloccati i due complici, perché in possesso di altri due telefoni cellulari, nonché di poco meno di 20 euro in spiccioli, il tutto provento di furto perpetrato poco prima sempre in spiaggia da una ulteriore borsa.

About Pietro Romano

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*