giovedì , 29 Settembre 2022
I PRIMI 100 GIORNI DEL SINDACO TITO

I PRIMI 100 GIORNI DEL SINDACO TITO

META. Sono passati poco più di 100 giorni dall’insediamento del giovane sindaco di Meta, Giuseppe Tito, e già  si iniziano a stilare i primi bilanci circa i provvedimenti adottati dalla nuova giunta comunale. Considerando che il programma elettorale di Tito è ambizioso e che l’operato di un sindaco si giudica nei risultati conseguiti nell’arco dell’intero mandato di cinque anni, è comunque importante analizzare che in poco più di tre mesi, le disposizioni adottate sono molte ed alcuni punti del programma sembrano essere stati realizzati in pochi giorni senza molte difficoltà.

Tra questi sicuramente il rinnovo della convenzione e della compartecipazione per l’asilo nido di “Montemare” e il rinnovo del contratto di locazione per gli immobili comunali che ospitano il Poliambulatorio di Via del Lauro.  Punti che durante la campagna elettorale furono oggetto di attacchi e scontri con i componenti  della lista dell’Arch. Viggiano.

I provvedimenti che però hanno caratterizzato maggiormente l’inizio della nuova amministrazione sono stati quelli relativi alla sicurezza, come la celebre ordinanza “Anti-Cafoni” e quella “contro il bivacco” sulle spiagge nel giorno di ferragosto, con la realizzazione di un sistema di video-sorveglianza capillare sul territorio e il rafforzamento delle forze dell’ordine. Disposizioni  che hanno valso al sindaco di Meta una consistente visibilità mediatica anche fuori dai confini del piccolo comune metese e della stessa Penisola Sorrentina.

Già dai primi giorni del suo mandato, Tito ha cercato di dare un forte segnale alla popolazione, procedendo ad un restyling dell’arredo urbano e della segnaletica stradale orizzontale che, seppur non producono un vantaggio alla popolazione dal punto di vista materiale, sicuramente offrono al paese costiero un’immagine più pulita e fresca, soprattutto considerando la sua vocazione turistica.

Quest’ultimo punto è  quello su cui la giunta ha dato una particolare attenzione. Basti pensare all’introduzione dell’Info Point nei pressi della Basilica di Meta, la realizzazione delle “Passeggiate metesi” (un percorso pensato per i turisti) e l’approvazione del piano di recupero del centro storico.

About Salvatore Esposito

Classe ’83, diplomato all’Istituto Nautico di Piano di Sorrento e studi in legge all’Università Federico II di Napoli. Amo la storia locale ed universale, la politica in tutte le sue mille sfaccettature e vagabondare per il mondo non come turista, ma con l’animo e la curiosità del viaggiatore. Per Sorrento Post mi occupo di Politica, Cultura e Curiosità della Penisola Sorrentina e in particolare del mio paese, Meta.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*