venerdì , 30 Settembre 2022
La chiesa più bella d’Italia? Si trova in costiera sorrentina

La chiesa più bella d’Italia? Si trova in costiera sorrentina

La chiesa più bella d’Italia si trova in costiera sorrentina. E precisamente a Vico Equense, dove sorge su uno “sperone” che affaccia sul Golfo di Napoli. La notizia, rilanciata ieri dal portale Vesuviolive.it, riprende un servizio realizzato da Marco Polo tv, dove, nella top ten delle chiese dove celebrare un matrimonio da favola, spicca la chiesa della SS. Annunziata.

“Aggrappata ad uno sperone di Vico Equense – si legge nel servizio giornalistico dell’emittente televisiva Marco Polo -, la rosea chiesa non cede al richiamo del mare e si lascia incorniciare dal suggestivo panorama del Golfo di Napoli e della Costiera Sorrentina. Non è un caso che l’abbiamo scelta come foto di copertina di questo articolo (in effetti, il servizio si apre con la foto della chiesa vicana, ndr). Qui sorgeva il tempio di Cibele, distrutto nel 1133, su i cui resti fu edificata la chiesa (XIV secolo). L’edificio conserva elementi gotici, con l’aggiunta di stemmi marmorei e statue, tra cui quella della Vergine con una corona d’oro arricchita da pietre preziose. In sagrestia, una composizione in maioliche e un presepe con pastori del Settecento napoletano”.

Anche altre due località campane figurano nella singolare top ten di Marco Polo: si tratta della chiesa di Santa Maria del Soccorso ad Ischia, e della chiesa della Madonna delle Grazie a Procida.

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*