sabato , 25 Giugno 2022
Posta non consegnata: disagi per i cittadini della Penisola

Posta non consegnata: disagi per i cittadini della Penisola

E’ da tempo, ormai, che in tutta la Penisola Sorrentina si verificano strani episodi riguardo la consegna della posta alle abitazioni private e a esercizi commerciali.

Molte persone, infatti, che risiedono non solo in zone collinari o zone difficilmente raggiungibili, bensì al centro della città, lamentano che per molti giorni non viene recapitata loro nessuna lettera o l’addetto postale non si vede proprio.

Nulla di strano direte voi e invece è qui che sorge il problema perché le stesse raccontano che, appunto, dopo giorni in cui la loro cassetta delle lettere rimane vuota, d’improvviso, ed in una sola volta si riempie di missive, con tra le altre lettere, molte bollette già scadute; segno che prima di arrivare a destinazione hanno sostato per molto tempo da qualche parte, creando non pochi disagi ai cittadini che devono affrettarsi  a recarsi all’ufficio postale a pagare o che erano morosi presso Enel, Gori o altro senza saperlo.

Un lettore mi raccontava, proprio ieri, che si è ritrovato a pagare un’interesse per un ritardato pagamento di una sua fattura,soltanto perché non l’aveva ricevuta e oltre alla brutta figura di cui si rammaricava,ha dovuto subire questa ingiustizia.

Ora,noi non sappiamo cosa succede,ma è assurdo che nel centro di una delle città più turistiche e conosciute al mondo accada un fatto simile, certo non nuovo (in T.V spesso abbiamo sentito di lettere gettate o conservate a casa di portalettere infedeli,) ma non voglio credere  a abusi umani; i lettori, comunque, stiano pur certi che seguiremo questa vicenda e se ci fossero novità(speriamo positive) o negative ne daremo immediatamente conto.

About Salvatore Foggiano

Classe '77 di Sorrento, professione insegnante di scuola dell’Infanzia e Primaria. Su Sorrento Post mi occupo di cultura, di ricerca di personaggi nati o vissuti a Sorrento ed in Penisola Sorrentina e di cronaca. I miei interessi sono la storia religiosa e della Chiesa, il volontariato con l’Azione Cattolica, la TV e poi c’è l’amore viscerale per il Napoli.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*