sabato , 25 Giugno 2022
Senso civico: continua il reportage di Sorrento Post

Senso civico: continua il reportage di Sorrento Post

Sorrento – Continua la nostra indagine riguardo al senso civico dei cittadini della Penisola Sorrentina. L’indagine è partita dall’intuizione che il problema del traffico non sia risolvibile con la semplice adozione di un piano antitraffico. Crediamo che il problema di fondo sia insito nella mancanza di senso civico da parte di tutti noi cittadini.

Nella prima puntata abbiamo fotografato i tanti furgoni che scaricano le merci sul Corso Italia. Non sempre questi furgoni sostano negli spazi consentiti ed intralciano, di fatto, il passaggio dei veicoli causando rallentamenti che si tramutano in traffico.

La seconda puntata, invece, è stata focalizzata nel tratto di strada tra Piazza Tasso e Piazza Veniero dove sono state fotografate auto parcheggiate su marciapiedi ed in aree non adibite alla sosta.

Quest’ultimo articolo ha avuto una forte eco e si è giunti alla conclusione che la maggior parte delle auto in sosta sono dei genitori che accompagnano i propri figli a scuola problema risolvibile con la predisposizione di un servizio scuola bus anche per gli istituti privati.

Alcuni hanno affermato che in altri orari della giornata non si verificano questi atteggiamenti sintomatici di una mancanza di senso civico palese. Per questo motivo ieri sera, 24 Settembre, intorno alle ore 18.00, abbiamo passeggiato per le strade della nostra Sorrento ed abbiamo scattato le seguenti foto.

Foto scattate il 24 Settembre – ore 18.00 circa

About Marcello Coppola

Capo ricevimento presso il Grand Hotel Europa Palace di Sorrento, consulente di marketing per attività ricettive e ristorative, presidente dell'Associazione Non solo teoria operante nel settore della formazione professionale in ambito turistico. Amo la tecnologia, il Marketing ed i Social Media con una forte connotazione verso il settore del Turismo. Devo molto ad eventi formativi quali "BTO - Buy Tourism Online" ed il "WHR - Web Hotel Revenue". Credo che la formazione continua sia la prerogativa di ogni professionista.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*