martedì , 7 aprile 2020
Massa Lubrense ripropone le pietre in equilibrio di Salvatore Donnarumma

Massa Lubrense ripropone le pietre in equilibrio di Salvatore Donnarumma

Dopo il grande successo lo scorso anno dell’evento “Stone balancing”, l’Amministrazione Comunale di Massa Lubrense con l’Assessore alla Cultura Donato Iaccarino, e i proprietari dello stabilimento il “Paguro”, Lia Felicissimo e Nino Gargiulo, ripropongono la manifestazione organizzata da Sasà Donnarumma, “Pietre in Equilibrio”.

I cosiddetti “bilanciatori di pietre”, che arriveranno da ogni parte d’Italia, si esibiranno nelle giornate tra sabato 27 e domenica 28 settembre 2014 a partire dalle ore 10:00 fino al tramonto lungo la scogliera del Miglio Blu.

Tra i nomi di spicco del settore presenti ci saranno Renato Brancaleoni, Loriana Tittarelli e Carlo Pietrarossi, gli emergenti come Nicola Sette da poco ritornato dalla manifestazione internazionale tenutasi ad Ottawa in Canada, Andrea Mei, Enza Russo e Mauro Petriccione; ma accanto ai big anche appassionati bilanciatori locali si misureranno nelle performance di stone balancing: oltre al promotore Sasà Donnarumma, ci saranno Mariagrazia Manfredi e Massimo Gravili.

L’evento è anche contaminazione fra arti e così Al Paguro Lounge & Cucina, dove saranno ospitati i bilanciatori, si alterneranno anche “Momenti di Equilibrio d’Arte”, dove performer di ogni ambito artistico esporranno le loro opere in sintonia con i sassi.

Mettere le pietre in equilibrio nasce come forma di meditazione Zen ed è oggi è conosciuta come una forma “d’arte della terra” o Land Art. Le pietre, le rocce o i ciottoli sono sovrapposti senza alcun ausilio, la gravità e l’equilibrio trovato sono le uniche condizioni accettate.
“Balancer” sono chiamati coloro che con umiltà e pazienza erigono le figure di pietra in equilibrio, anche chiamate impropriamente sculture. La personale sensibilità artistica e bravura nella ricerca dell’equilibrio fa sì che le opere siano molto personali, riconoscibili e facilmente univoche.
La ricerca dell’equilibrio di due o più pietre esige pazienza e concentrazione, estraniazione dallo scorrere del tempo, immersione nella natura del luogo dove si opera, ascolto dei suoni e del silenzio e i bambini sono i più pronti a comprendere il messaggio profondo di questa arte-filosofia, smettono presto di guardare e iniziano a fare i loro equilibri.

Lo Stone Balancing è rispettoso dell’ambiente e della convivenza sociale, per questo si sta diffondendo con soddisfazione nei luoghi turistici di più avanzata sensibilità ecologico-ambientale. Merito dunque al Comune di Massa Lubrense di aver accolto per primo in penisola sorrentina, questa nuova forma d’arte ambientalista che appassiona grandi e piccini.

About Comunicato Stampa

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*