mercoledì , 5 Ottobre 2022
Tenta furto in appartamento, ma è già libera: pena sospesa per la donna ucraina che voleva rubare in una casa “abitata” da un carabiniere

Tenta furto in appartamento, ma è già libera: pena sospesa per la donna ucraina che voleva rubare in una casa “abitata” da un carabiniere

La notte scorsa, i carabinieri della Stazione di Massa Lubrense hanno arrestato, per tentato furto in abitazione, una donna 32enne di origini ucraine, residente a Massa Lubrense.

La donna, che “vanta” precedenti specifici, è stata sorpresa da un inquilino dell’abitazione mentre, con una pietra, cercava di forzare la serratura della porta d’ingresso secondaria della casa.

L’uomo, un carabiniere che stava trascorrendo le proprie ferie presso la casa del suocero, aveva sentito dei rumori e, insospettito, aveva prima notato il cancelletto stranamente aperto, poi, continuando a sentire strani rumori provenienti dal retro della casa, aveva sorpreso la donna che, alla luce di una piccola torcia, cercava di scardinare la serratura della porta.

Dopo essersi qualificato, il militare l’ha subito bloccata, mentre, invano, cercava di darsi alla fuga.

Intervenuti i colleghi della Stazione di Massa Lubrense, la donna è stata arrestata e dopo aver passato il resto della notte presso le camere di sicurezza della caserma, ha affrontato il rito direttissimo nel primo pomeriggio presso il tribunale di Torre Annunziata. La condanna è di 1 anno e 4 mesi di reclusione, con pena sospesa.

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*