lunedì , 18 Ottobre 2021
Apologia del vino: da Bacco ai wine bar!

Apologia del vino: da Bacco ai wine bar!

Calici ampi, tondeggianti, panciuti, pieni di “nettare” da far roteare, annusare, guardare e sorseggiare.

Sempre più spesso queste immagini accompagnano le serate tra amici e gli incontri informali di lavoro. Sempre più di frequente da intenditori, appassionati o semplici bevitori occasionali i rituali del vino entrano nel nostro modo di fare.

Sfido chiunque abbia mai assaggiato un buon vino a trovarlo ancora più interessante nel momento in cui viene a conoscenza di qualche notizia in più su ciò che sta bevendo. Piccole informazioni, aneddoti o quant’altro che offrono un effimero piacere sensoriale, qualcosa di più profondo, un sottile appagamento della nostra sete di vino e di conoscenza. E’ allora che il vino diventa cultura e stile di vita e come tale necessità di essere studiato, appreso e diffuso.

Sorrento Post, tra le varie sezioni, ha deciso di riservare uno spazio alla cultura del vino. Consci che il
viaggio di studio e conoscenza non si è ancora esaurito né, tantomeno potrà e dovrà mai esserlo, in questo angolo che, nel nostro immaginario, è un tavolino raccolto in un anfratto di un wine bar, desideriamo
condividere le nostre esperienze che partiranno dai vini, ma, irrimediabilmente, convoglieranno in altri
mondi.

Ci ritroveremo, così, a parlere dei luoghi dove i vini vengono concepiti, venduti e consumati, ma anche di gastronomia e di quant’altro risulterà attinente.

Il vino risulterà, dunque, essere uno spunto. Inizia oggi un viaggio a tutto tondo nel quale non perderemo mai di vista il nostro territorio, contribuendo ad arricchire i percorsi del vino e rimanendo fedeli
allo spirito di Sorrento Post: essere un magazine della Penisola Sorrentina.

La nostra condivisione di emozioni, sensazioni, informazioni e recensioni includerà anche le vostre esperienze. Sarà più facile, per noi, se ci suggerirete idee, vini da scoprire, luoghi da visitare, manifestazioni da presenziare e, se vorrete, potrete essere voi stessi i narratori.

Ricordandoci di bere il giusto, non resta che fare il nostro primo brindisi: PROSIT!

About Tiziano Imperato

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*