sabato , 4 aprile 2020
Un pezzo di costiera si trasferisce a… Lourdes: parte il pellegrinaggio diocesano

Un pezzo di costiera si trasferisce a… Lourdes: parte il pellegrinaggio diocesano

Tutto pronto per il pellegrinaggio diocesano a Lourdes. Organizzato dall’Opera diocesana pellegrinaggi (Odp), sarà guidato dall’arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, mons. Francesco Alfano.

Quattordici sacerdoti, oltre l’arcivescovo, e seicentocinquanta pellegrini si ritroveranno alla Grotta di Lourdes per pregare Maria. “Ogni pellegrinaggio diocesano – dice Imma Cosenza, direttrice dell’Odp – è un’occasione per la diocesi di camminare insieme, per fare comunità. Per questo, possiamo considerare il pellegrinaggio come un’opera pastorale”.

Tra i seicentocinquanta pellegrini, cinquanta saranno malati. Per loro il viaggio a Lourdes ha un significato particolare. Per chi resta a casa c’è un’opportunità di vivere almeno un momento del pellegrinaggio, che sicuramente farà nascere il desiderio di essere presenti la prossima volta: mercoledì 15 ottobre, alle 18, Tv2000 manderà in onda in diretta da Lourdes il rosario con l’arcivescovo e i nostri pellegrini.
Questo pellegrinaggio diocesano sarà anche l’occasione per festeggiare i venticinque anni dell’Opera diocesana pellegrinaggi.

Tre sono le opzioni che l’Odp ha messo a disposizione per raggiungere Lourdes: l’11 ottobre partono i pellegrini che hanno scelto il pullman gran turismo, il 12 ottobre i fedeli che hanno scelto il treno e il 13 ottobre quelli che hanno preferito l’aereo. Per i primi due gruppi il rientro è previsto il 18 ottobre, per il terzo il 17.(comunicato stampa)

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*