venerdì , 30 Settembre 2022
A Sorrento, la nazionale di mister Bertotto

A Sorrento, la nazionale di mister Bertotto

Il campo “Italia” di Sorrento, ospiterà il secondo appuntamento nazionale degli stage della costruenda Under 18 di Lega Pro. Sabato 2 novembre, sotto la supervisione tecnica del mister Valerio Bertotto, si ritroveranno i migliori elementi del raggruppamento “E” del torneo nazionale “Berretti”. I giovani delle classi ’95,’96 e ’97 appartenenti alle società di Campania, Calabria, Basilicata e Puglia, disputeranno dopo una riunione tecnica al mattino, una partita nel primo pomeriggio, ore 14.30. “Stiamo lavorando molto sugli Under 18 – spiega il CT Valerio Bertotto, – e ci sono molti elementi di qualità. Abbiamo programmato questa prima fase di stage, cui seguiranno altre fasi di preparazione”. La prossima tappa degli stage sarà Castel Rigone il prossimo 9 novembre.

L’Under 18 di Lega Pro, nata lo scorso anno, al suo esordio in campo internazionale negli Emirati Arabi, ha conquistato il terzo posto nel torneo di Dubai.

Il vice presidente Gaetano Mastellone:”A nome di tutto il Sorrento calcio desidero ringraziare la Presidenza della Lega Pro ed in particolare il Direttore Generale, dott. Francesco Ghirelli, che a seguito di un incontro con dott. Franco Ronzi e con l’avv. D’Angelo, me presente, ci chiese se volevamo ospitare la Nazionale Under 18 di lega Pro per uno stage; in coro rispondemmo subito affermativamente. La città di Sorrento, ed il Sorrento calcio, si confermano sempre come elementi di richiamo per il calcio che conta. Auguriamoci, in futuro, di poter fare sempre meglio” (comunicato stampa)

About Giuseppe Damiano

Ho 36 anni, vivo dalla nascita a Sorrento e sono iscritto da 12 anni all’Ordine dei giornalisti della Campania. Collaboro, da cronista per l’area sorrentina, con il quotidiano “Il Mattino” e, da free lance, con testate locali. Tralascio il solito elenco di esperienze passate, per non “inimicarmi” da subito il lettore di turno. Ma una precisazione è doverosa: non “vivo” più di giornalismo. Oggi, qui, non è possibile farlo. Motivo per il quale, molti amici e colleghi hanno deciso di uscire dal “giro”. Io, tutto sommato, ho ancora il coraggio di restare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*